Opera di ristrutturazione su commissione di un rustico presumibilmente risalente agli anni ’40.

L’edificio preesistente era formato da tre unità abitative, secondo la tipica struttura del casale di campagna dell’epoca, suddiviso in abitazione, stalla, fienile e ricovero attrezzi.

L’intervento, mirato alla salvaguardia degli elementi architettonici caratteristici, ha comportato, tra l’altro, la costruzione di stipiti in pietra dolce che contornano finestre e porte.

Inoltre ampi fori arcuati, caratteristici dei fienili di un tempo, sono stati ristrutturati con cura e parzialmente ricostruiti con gli stessi mattoni di recupero delle porzioni di muratura demolite.

Infine, è stato ricostruito l’ampio portale arcuato di notevole pregio architettonico, allora accesso al deposito attrezzi.